Istruzioni sicurezza

Istruzioni di sicurezza (sicurezza e ambiente) per addetti esterni

Emanazione 01.05.2015 MOD.ISEA REV 00

Istruzioni di sicurezza visitatori e addetti esterni

Il presente documento rappresenta i comportamenti che MCDM chiede ai fornitori o aziende che a qualsiasi titolo entrano in zona Portuale per espletare servizi o forniture. Tali istruzioni sono applicabili all’interno di tutta l’area portuale, per il rispetto dei principi sanciti nella Politica di MCDM. Marina Cala dè Medici si è dotata di una politica sulla sicurezza, a cui i lavoratori interni, le ditte esterne ed i Soci, dovranno scrupolosamente attenersi. Adottare il principio di miglioramento continuo della prevenzione attraverso la pianificazione e l’attuazione del controllo, al fine di ridurre al minimo la possibilità di costituire rischio, per il personale entrante in Porto, per i Soci, per gli Utenti, per il Personale dipendente, per i lavoratori del Borgo e del Cantiere, è l’obbiettivo principale che queste procedure intendono perseguire. Gli Addetti esterni debbono garantire il rispetto di tutte le prescrizioni normative e legislative vigenti inerenti il servizio da loro erogato, ovvero:

ATTIVITA’ ENTRANTI IN ZONA PORTUALE CHE EFFETTUANO LAVORI IN APPALTO PER MCDM:

Devono consegnare preventivamente alla direzione i seguenti documenti: DURC – VISURA CAMERALE – IDONEITA’ TECNICO PROFESSIONALE – POS – ART. 68 – ASSICURAZIONE. I documenti necessari allo scambio di informazioni riguardanti gli adempimenti previsti dall’art. 26 d.lgs 81/2008 sono scaricabili sul sito Marina Cala de Medici al link:

Sarà poi effettuato specifico DUVRI dal Servizio di prevenzione di MCDM.

ATTIVITA’ ENTRANTI IN ZONA PORTUALE CHE EFFETTUANO LAVORI EROGANO SERVIZI A SOCI, ATTIVITA’ ALL’INTERNO DEL BORGO O CANTIERE:

si dovranno tenere scrupolosamente a quanto indicato nel DUVRI SPOT che sarà da loro visionato al link……; dovranno inoltre garantire il rispetto della normativa sulla Sicurezza luoghi di lavoro da loro applicata FIRMANDO il modulo all’ingresso per la presa visione istruzioni sicurezza sotto riportate. Inoltre tutte le aziende dovranno all’entrata consegnare la documentazione necessaria e prevista dal regolamento portuale ( art. 68 – durc – Assicurazione) Gli addetti esterni, sia essi fornitori che appaltanti di MCDM, sia fornitori del BORGO, sia fornitori di Soci sia infine fornitori del CANTIERE, possono trovarsi nella condizione di operare all’interno dei seguenti macro aspetti inerenti la politica della Sicurezza: Passaggio aree comuni; Viabilità e sosta; Movimentazione dei Carichi all’interno dell’area portuale; Lavori di manutenzione e servizi in Imbarcazioni; Lavori di manutenzione e pulizie all’interno dell’area portuale:

1. Passaggio aree comuni:

Ad eccezione dell’area destinata al Varo e Alaggio imbarcazioni tutte le altre possono rappresentare motivo di interferenza e rischio per la presenza di personale di MCDM in lavorazione o personale terzo (visitatori – soci – aziende terze). A tal motivo ogni attività espletata all’interno dell’area portuale da parte di aziende esterne o soggetti privati che prevede l’occupazione di aree comuni è sottoposta a preventiva autorizzazione della direzione. Successivamente l’azienda autorizzata avrà comunque l’obbligo di proteggere e compartimentare l’area con adeguate misure.

2. viabilità e sosta:

La viabilità all’interno di tutta l’area è disciplinata da segnaletica a terra e verticale. E’ previsto il limite massimo di velocità in KM 15. L’ingresso all’area con viabilità limitata tramite sbarra (banchina di riva) prevede l’obbligo di precedenza ai pedoni che possono trovarsi ad interferire nel passaggio delle autovetture e/o mezzi. Ogni azienda può parcheggiare i mezzi esclusivamente in spazi assegnati dalla direzione.

3. Movimentazione dei Carichi all’interno dell’area portuale:

Vari cicli di lavoro di aziende esterne e/o soggetti privati possono prevedere la movimentazione manuale dei carichi o la movimentazione tramite carrelli manuali o transpallets. E’ necessario da parte dei soggetti verificare prima di qualsiasi movimentazione la presenza di ostacoli o interferenze che potrebbero essere create da altro personale in lavorazione oppure da soggetti privati. E’ fatto divieto di abbandonare incustodito il carico o il mezzo di trasporto, non possono essere lasciati ad intralcio carrelli, transpallet o carichi in qualsiasi area comune del porto.

4. Lavori di manutenzione e servizi in Imbarcazioni:

Tutte le aziende o artigiani che a qualsiasi titolo effettuano manutenzione o servizi in Imbarcazioni sono a conoscenza e se ne assumono la piena responsabilità, che il pieno rispetto delle norme prevista dal D.lgs 81/2008 sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, da loro diritto di poter effettuare lavori all’interno dell’area Portuale. Si fa inoltre presente che il personale di tali ditte o artigiani dovrà utilizzare esclusivamente macchine ed attrezzature che rispondano ai requisti del D.lgs 81/2008 con marchio CE in regola con le eventuali manutenzione richieste dagli specifici libretti d’uso. Si fa inoltre presente che l’utilizzo di eventuali sostanze infiammabili e/o prodotti chimici tossici devono essere utilizzati rispettando la normativa prevista dal D.lgs 81/2008 ed in maniera specifica sugli ambienti confinati quando l’utilizzo è effettuato all’interno di imbarcazioni. Tutti i rifiuti speciali prodotti dalle lavorazioni e/o scarti di lavorazione saranno di completa competenza dell’azienda che effettua i lavori liberando MCDM da qualsiasi responsabilità. Si fa presente che l’isola ecologica presente è solamente a disposizione di utenti privati.

5. Lavori di manutenzione e pulizie all’interno dell’area portuale:

Tutte le aziende o artigiani che a qualsiasi titolo vanno ad effettuare lavori di manutenzione o servizi all’interno dell’area portuale, alaggi – vari, devono prevedere di compartimentare l’area di lavoro prima del posizionamento di macchine e/o attrezzature. Proteggere l’incolumità dei propri lavoratori e l’incolumità dei terzi (visitatori – soci – lavoratori MCDM). Si dovrà prevedere l’utilizzo di tutti i DPI necessari all’effettuazione dell’opera. Si fa presente che il mancato utilizzo degli specifici DPI oppure il cattivo utilizzo di scale, mezzi per gli accessi in quota, macchine operatrici, se rilevato dal personale addetto al Servizio di prevenzione e protezione di MCDM può comportare l’interruzione dell’erogazione del servizio. I lavoratori delle aziende e/o artigiani che in area portuale lasciano attrezzature o scarti delle lavorazioni incostudite o abbandonate ne sono totalmente responsabili come previsto dall’art. 20 del D.lgs 81/2008. NOMINATIVO E FIRMA DEGLI OPERATORI ESTERNI:

NOME COGNOME FIRMA

in qualità di dipendente/i della ditta: ___________________________________________________________________________
dichiarano di aver preso visione delle istruzioni di sicurezza per addetti esterni (mod. ISEA) oltre a quelle indicate dal DUVRI SPOT. Dichiarano inoltre di rispettare gli obblighi di legge che l’Azienda asserve al D.lgs 81/2008 in riferimento alla lavorazione specifica oggetto dell’entrata in zona portuale. NB: per gli operatori esterni in lavorazione o fornitura servizi per conto di MCDM in appalto. MCDM ha proceduto alla verifica dei rischi interferenziali congiuntamente alla ditta da cui dipendono si attraverso la documentazione seguente che con la sottoscrizione del presente documento, di cui la ditta dichiara di aver preso visione. documenti da scaricare:

DATA ________________

LA DITTA ___________________________________

Istruzioni di sicurezza visitatori e addetti esterni

Scarica il documento in pdf

ORGANIGRAMMA

Scarica il documento
Share This